info@piemonturismo.it
tel. 00390110882069

    Famiglia

    Parco di divertimento acquatico

    Se il vostro desiderio è quello di trascorrere una vacanza in Piemonte con l’intera famiglia, è bene sapere che il nostro territorio si presta a diventare facile e piacevole terreno di svago e scoperta anche per i bambini, piccoli o grandi essi siano. Il Piemonte riesce infatti a mixare piacevolmente la natura con la cultura, il gioco con l’emozione, e questo la rende una regione più che adatta alla vacanza famigliare. Per suggerire alcune mete – estremamente diverse l’una dall’altra in quanto a contenuti, ma tutte ugualmente piacevoli – vorremmo iniziare dal Lago Maggiore e i suoi dintorni: Villa Pallavicino, a Stresa, nel cui parco si trovano moltissimi animali, molti dei quali potranno essere osservati da vicino dai bambini che potranno passeggiare per i viali della villa godendo di una vista impareggiabile del lago. Non lontano, le cascate del Toce, che con il salto d’acqua di 143 metri sono forse le più belle e alte cascate delle Alpi (sarà bene informarsi sui periodi dell’anno durante i quali le cascate sono visibili). Abbiamo poi il “Safari Park” di Pombia, lo zoo-safari famoso per raccogliere, entro i suoi confini, tigri, leoni, ghepardi, una vasta quantità di specie di scimmie inclusi parecchi lemuri del Madagascar, ippopotami, rinoceronti e altre numerose specie animali.  Vi è anche un ricco settore dedicato ai volatili ed ai rettili. Le attrezzature del “Safari Park” sono completate da diverse attrazioni proprie dei più rinomati parchi tematici, e per questo si presta ad essere la location adatta a trascorrere una piacevolissima giornata. Gli animali sono tutti pressoché in libertà e le visite avvengono a bordo della propria auto o di un trenino con partenze ad orari prestabiliti. La corsa termina in prossimità della fattoria dove sono raccolti  vari animali da cortile come mucche, asini, oche e maiali, con un maneggio e diversi pony a disposizione dei ragazzi.

    Se avete invece scelto il cuneese, ricordate che a Savigliano esiste il Museo Ferroviario Piemontese “Sommelier – Grandis – Grattoni” dove si possono ammirare molte locomotive storiche ancora funzionanti, carrozze di ogni epoca, materiale ferroviario, plastici e riproduzioni delle più importanti vetture di ogni epoca. A Villar Costanzo, vicino a Dronero, in Val Maira, troverete la Riserva Naturale dei Ciciu del Villar: i “ciciu”, in piemontese, sarebbero i “pupazzi” e quello è il nome dato alle formazioni di terra sormontate da grossi massi granitici che, però, somigliano più a grandissimi funghi porcini che ad altro. Il gambo del “fungo” è composto – oltre che da terra – da depositi di ciottoli che consentono di comprendere il diverso susseguirsi delle ere geologiche. Il parco è una meta adattissima ai ragazzi di qualsiasi età, che troveranno interesse naturale e divertimento. Vi è poi il Castello di Racconigi, antica residenza sabauda di grande interesse famosa anche per le tante cicogne che hanno nidificato sui tetti del maniero. Il castello ha un parco bellissimo e di un’estensione tanto ampia da renderne impossibile la visita a piedi: essa si svolge infatti a bordo di carrozze, in pieno stile ‘800.  A Cavallermaggiore, nel periodo estivo, non si può perdere una giornata di divertimento al Parco Acquatico “Le Cupole”, dotato di un’infinità di piscine dalle più disparate caratteristiche, scivoli di ogni tipo e parecchi punti di ristoro. Una giornata da trascorrere con i propri figli divertendosi e facendoli divertire! Una piacevole sorpresa di grande fascino sono le Grotte di Bossea, uno dei più importanti percorsi nel sottosuolo speleologico italiano. Nei pressi di Saluzzo vi è poi il Castello della Manta, uno dei più bei castelli piemontesi, e a Mondovì vale una visita il Museo della Stampa che ospita la più completa raccolta pubblica di macchine per la stampa esistente in Italia.

    Veniamo alla Capitale della Regione, a Torino: il Museo Egizio, il Museo del Cinema che ha sede all’interno della Mole Antonelliana ed il Museo dell’Automobile recentemente ristrutturato, sono l’obiettivo di visite e scoperte, così come la salita con il treno a cremagliera sulla collina torinese sino alla Basilica di Superga.