info@piemonturismo.it
tel. 00390110882069

    Provincia di Asti

    provincia asti c

    Panorama della campagna della provincia di Asti

    Le prime notizie di Asti si hanno nel 1620 dalle Regie Lettere Patenti di Re Carlo Emanuele I, che parlano di una provincia formata da 42 comuni; nel 1622 sono 87, parte dei quali provenienti dai territori dell’albese. Dal 1797 al 1814 è dominio prima della Repubblica Francese, e dell’impero Napoleonico poi. Nel 1814 Asti torna ad essere provincia sotto i Savoia, aggregata al territorio di Alessandria e ad altri circostanti fino al 1935, quando viene ricostituita con 105 comuni che, nel dopoguerra, diventano 120 per attestarsi – ad oggi – in 118.

    La provincia di Asti è prettamente agricola, con particolare rilievo alla coltivazione delle uve: famosi nel mondo i vini superbi provenienti dai vigneti dell’astigiano e del Monferrato. Il suo territorio comprende parte del Monferrato, delle Colline del Po, delle Langhe e dell’Appennino Ligure, ed è meta di numerosi turisti stranieri che,  colpiti dalla dolcezza di queste colline e dalla vita semplice dei suoi abitanti, hanno acquistato vecchie case contadine e le hanno ristrutturate dando nuova vita ad antichi borghi e paesi.  Antiche ville nobiliari, piccoli castelli ed ex conventi sono oggi hotel di charme, agriturismo o centri di salute e benessere, e su ogni aspetto del turismo nostrano o estero domina l’enogastronomia territoriale che ha reso famosa questa provincia in tutto il mondo.

    Molti dei comuni che rappresentano questa provincia sono, pur essendo piccoli, famosi sia per il ruolo svolto nel corso della storia, sia perché vi trovano sede le maggiori etichette vinicole del mondo intero.